martedì 15 settembre 2020

Un nipote e... tre maggiordomi! Parte II

Il Paperone di Martina ha alle sue dipendenze il canonico maggiordomo, ma... non è il Battista che ci aspetteremmo. Al di là della variazioni nell’aspetto fisico (sicuramente da attribuire piuttosto ai disegnatori che non allo sceneggiatore), nel mondo martiniano, il domestico di Paperone si chiama Alberto (raramente, a dire il vero: a dispetto di Inducks, che attribuisce questo nome a quasi tutti i maggiordomi apparsi nelle storie del Professore), talvolta Firmino, talaltra Arcibaldo o Gerolamo.,,

(segue) 


Ancora un’altra versione di Battista, Paperino e la bella del ballo, Martina-PLDeVita, 1955


1955: questo è forse l’esordio (in una storia italiana) di  Firmino,che però appare  diversissimo dal suo omonimo barksiano…da Topolino e la doppia vigilia di Natale (Martina-Bottaro)


Più classico è invece quest’ALTRO Firmino, da Paperino e l'orologio della fortuna, Martina-Perego, 1956


Torna Battista, da Paperino e lacalamita delle calamità [Martina-PLDevita, 1956)


Ed ecco Arcibaldo, da Paperino e la violettapap, Martina Chierchini, 1957


Ancora un Battista, che fisicamente ci sembrerebbe più un Firmino, da Paperino e il mare di nebbia (Martina-Perego, 1957)


Un'insolita divagazione, da Paperino e il Giubileo del fantastilione (Martina-Perego, 1957). Questo anonimo cuoco è assai diverso dal solito domestico, e inoltre è assolutamente infedele, spia e tenta di derubare Paperone!


Questo Battista appare decisamente… rancoroso nei confronti di Paperino (e non particolarmente brillante nel successivo confronto coi Bassotti). Paperinoe la ghiacciata di dollari, Martina-Bottaro, 1957


Paperino e il miliardo del G.F., Martina-Perego, 1958


Paperiade, Martina-Bottaro, 1959 

(segue)

Nessun commento:

Posta un commento